Comune di Cellere

20-11-2014 Avviso: Chiarimenti TARI


L'Amministrazione Comunale intende fornire dei chiarimenti alla popolazione relativamente ai versamenti TARI.
Per un errore del programma adottato da noi e da altri Comuni, i bollettini F24 hanno riportato cifre inesatte e da rimodulare.
Il pagamento della 1^ rata rimane confermato; successivamente, si procederà alla verifica delle somme pagate e, in corrispondenza delle cifre calcolate in bilancio, sarà possibile determinare le prospettive di rivalutazione, nello specifico della seconda rata.
Nel frattempo, questa Amministrazione provvederà a segnalare la necessità urgente di rivedere i meccanismi imposti di applicazione.
Ci scusiamo dello spiacevole inconveniente verificatosi.

Il sindaco
Edoardo Giustiniani


Download Avviso (Pdf - 113 Kb)


07-11-2014 IMU 2014

IMU 2014
Con delibera del Consiglio Comunale n. 21 del 08.10.2014 le aliquote per l’applicazione dell'Imposta Municipale sugli Immobili (IMU) sono state così stabilite:
4 per mille per prima casa e pertinenze, solo categorie A1 – A8 – A9 – castelli e palazzi di pregio storico e artistico, da versare solo al Comune
8,1 per mille per gli altri immobili (aree fabbricabili, terreni, altri fabbricati)
2 per mille sugli immobili strumentali all’attività agricola da versare solo al Comune.

Download Regolamento

Il versamento dovrà essere effettuato:
Acconto:
16 giugno 2014
Saldo:
16 dicembre 2014

Nel Comune di Cellere i terreni sono esenti da IMU

Le prime case sono esenti da IMU con esclusione di quelle appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8,A/9, castelli,palazzi di pregio storico e artistico.



Per la prima casa eventualmente soggetta a IMU è possibile applicare una detrazione di 200 euro. La detrazione va rapportata al numero dei proprietari residenti ed al periodo in cui sussistono i requisiti.

Il versamento potrà essere effettuato solo tramite modello F24 dove:
C447 è il codice catastale del Comune di Cellere
3912 – codice tributo abitazione principale e relative pertinenze – quota al Comune
3913 – codice tributo per fabbricati rurali ad uso strumentale – quota al Comune
3914 – codice tributo per i terreni – quota al Comune
3916 – codice tributo per le aree fabbricabili – quota al Comune
3918 – codice tributo per gli altri fabbricati – quota al Comune
3925 - codice tributo per gli immobili classificati nel gruppo catastale D – quota allo Stato
3930 - codice tributo per gli immobili classificati nel gruppo catastale D – quota al Comune
3923 – codice tributo per interessi da accertamento – quota al Comune
3924 – codice tributo per sanzioni da accertamento – quota al Comune

E’ possibile effettuare il calcolo IMU e stampare il modello F24 all’indirizzo http://iuc.egaspari.it/index.aspx?cb=C447
VERIFICANDO CHE LE ALIQUOTE PROPOSTE SIANO QUELLE ADOTTATE DAL COMUNE.

Si ricorda che:

- per i fabbricati di categoria D (esclusi D10) lo 0,76% sarà riservato allo Stato e il restante 0,05 al Comune;
- Per tutti gli altri immobili il versamento dovrà essere effettuato esclusivamente a favore del Comune.

- I terreni agricoli presenti sul territorio comunale sono esenti da IMU

- Il valore catastale su cui applicare le aliquote dovrà essere calcolato aumentando la rendita catastale del 5% e moltiplicando il risultato per i seguenti coefficienti:
o categoria A (esclusa A10), C/2, C/6, C/7 moltiplicatore 160
o categoria. B, C/3, C/4, C/5 moltiplicatore 140
o categoria A/10, D/5 moltiplicatore 80
o categoria D (escluso D5) moltiplicatore 65
o categoria C/1 moltiplicatore 55

- Non possono essere considerate più di tre pertinenze di cui una nella categoria C2, una nella categoria C6 ed una nella categoria C7

Per qualsiasi informazione in merito, il contribuente potrà rivolgersi all’Ufficio Tributi del Comune di Cellere Tel. 0761.451791



30-10-2014 Il Giornalino del Centro Anziani

E' stato pubblicato INSIEME PER…, il giornalino mensile del Centro Anziani di Cellere Novembre 2014.


Info: centroanzianicellere@gmail.com




Download Giornalino


22-10-2014 DPCM del 23 luglio 2014 “Adozione delle note metodologiche e dei fabbisogni standard per ciascun Comune”

E' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 240 del 15.10.2014 - Suppl. Ordinario n. 78 - il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 luglio 2014, concernente l'adozione delle note metodologiche relative alla procedura di calcolo per la determinazione dei fabbisogni standard ed il fabbisogno standard per ciascun Comune e Provincia delle Regioni a Statuto ordinario relativi alle funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo.
Questa informazione è pubblicata ai sensi dell'art. 2 di tale decreto.